STAY EXPORT, un progetto per rilanciare l’export delle PMI italiane

Le Camere di commercio italiane per la Francia (Lione, Marsiglia e Nizza) aderiscono al nuovo progetto promosso da Unioncamere per offrire attività e servizi a supporto delle PMI italiane esportatrici dopo l’emergenza sanitaria.

66 Camere di Commercio Italiane all’Estero (CCIE) operanti nei 45 paesi di maggiore interscambio commerciale con l’Italia sono impegnate a costruire specifici percorsi di orientamento e assistenza a cui le piccole e medie imprese italiane potranno accedere rivolgendosi all’ente camerale della propria provincia di appartenenza.

Un’iniziativa importante che consentirà agli imprenditori di avere accesso a:

  • Schede informative sulle opportunità e rischi paese regolarmente aggiornate,
  • Formazione specialistica: oltre 130 webinar tematici fruibili on line tra ottobre e dicembre per orientarsi e per cogliere le nuove tendenze dei mercati,
  • Attività di web-mentoring e assistenza personalizzata, con un esperto a disposizione per essere accompagnati a muovere i passi giusti nei 30 paesi di maggiore sbocco commerciale dell’export italiano. 

AFFRETTATI! Solo un numero ristretto di imprese partecipanti ai webinar potranno poi essere selezionate per accedere alla fase 2 e ricevere dalle CCIE ulteriore supporto in modalità web-mentoring ed assistenza specialistica, anche attraverso consulenti specializzati in loco.

La partecipazione al progetto da parte delle imprese è gratuita e subordinata alla validazione della propria candidatura da parte della propria CCIAA di riferimento, che rilascerà un codice univoco per l’iscrizione ai webinar e consentirà all’impresa la possibilità di concorrere per usufruire di un servizio di assistenza personalizzata da parte delle CCIE di alcuni paesi.


STAY EXPORT è un progetto cofinanziato dal Fondo Intercamerale di Intervento di Unioncamere